In Primo Piano, Politica Locale

Comunicato di presentazione lista Montesarchio 2018

È stata resa nota ieri, 27 aprile, nella sede del comitato elettorale, in Piazza Pagnozzi a Montesarchio, la lista dei candidati per il rinnovo del Consiglio comunale a sostegno di Giuseppe Cecere sindaco.

A prendere la parola, il primo cittadino uscente, Antonio Izzo e lo stesso Cecere. Izzo ha presentato un resoconto dell’attività amministrativa degli ultimi 10 anni: “Una scelta di rottura rispetto al passato, rispetto a quando l’Ente non era percepito come un servizio al cittadino. Abbiamo rivoluzionato la mentalità e oggi il Comune è la prima azienda del territorio. La nostra comunità – ha proseguito Izzo – ha passione e volontà per scommettere e sono certo che darà fiducia a Giuseppe Cecere per proseguire nel progetto, tanto che la lista si chiama Montesarchio 2018. Oggi più che mai è il momento di mettere a frutto le risorse.

Questa città non può più essere rappresentata dalle solite tre famiglie, Damiano, Striani e Mataluni, in versione aggiornata. Io avrei qualche dubbio ad essere rappresentato da queste persone. Intanto li invito a presentare i loro curricula. Giuseppe Cecere lo farà, perché è l’uomo del popolo”.

Il primo cittadino uscente si è poi espresso sulla vicenda urbanistica: “Non vedo la presenza dei sindacati, né locali, né provinciali e mi sorge il dubbio che in un momento di debolezza qualcuno possa strumentalizzare facilmente la situazione e le persone”. Poi, la proposta: “Decidiamo in che modo risolvere il problema, ma facciamolo prima del termine di questa consiliatura, a patto che si risolva tutto nell’alveo della legalità e che si ponga fine alle provocazioni”.

Passando la parola al candidato sindaco, Giuseppe Cecere, Izzo lo ha definito “uomo di pace che ha a cuore le sorti dei lavoratori“.

“Fieri della nostra trasparenza”, così Cecere si è presentato alla platea con la sua squadra. “Occorre – ha detto – superare la partigianeria locale ed essere tifosi di Montesarchio per il bene di tutti. Il mio nome – ha precisato – non è stato imposto da nessuno, ma scelto da un gruppo di amministratori coesi. Mi rendo conto di non essere un goleador, ma sono un centrocampista capace di lavorare e fare sintesi. Comincerò da subito – ha assicurato Cecere – con il mio impegno quotidiano, affinché la campagna elettorale sia improntata alla serenità e alla gioia. Solo così il sogno potrà diventare realtà”.